Confcooperative Federsolidarietà è attiva sia per il Servizio Civile Nazionale ordinario che per Garanzia Giovani.

Dal 2001 ad aprile 2016 i giovani che hanno scelto di svolgere la propria esperienza di Servizio Civile Nazionale nel sistema Confcooperative Federsolidarietà sono 13.351 (a fronte di più di 22.000 che hanno fatto domanda).

Confcooperative, grazie all’esperienza di Confcooperative Federsolidarietà, offre ai giovani in Servizio Civile Nazionale, attraverso l’esperienza nella cooperativa sociale, un’opportunità utile e, nel suo genere, unica per acquisire specifiche conoscenze e competenze in ambiti professionali specifici. E’ infatti nella cooperazione sociale che si declina al meglio la relazione tra Servizio Civile ed occupazione grazie alla possibilità che l’esperienza possa aiutare i giovani ad avere un primo e proficuo contatto con il mondo del lavoro attraverso l’impresa sociale. 

I nostri volontari, attraverso i progetti di Confcooperative Federsolidarietà, sono al servizio della comunità locale nel suo complesso; questo comporta il nostro grande impegno ad elaborare progetti a rete capaci di leggere i bisogni del territorio e degli utenti, a diffondere il Servizio Civile Nazionale nelle comunità nelle quali operano le nostre cooperative sociali. Puntiamo, inoltre, ad offrire ai giovani un’esperienza formativa valida dal punto di vista umano e qualificante da quello professionale attraverso progetti pensati, elaborati ed attuati per offrire loro soprattutto un’esperienza di maturazione e di crescita personale.

Crediamo che l’esperienza di Servizio Civile debba essere un anno nel quale i giovani possano:

  • partecipare attivamente nella società,
  • esprimere solidarietà verso altre persone,
  • inserirsi in reti reti ralazionali mature,
  • accrescere la loro dimensione professionale. 

Il Servizio Civile Nazionale nella cooperazione sociale vuole infatti essere un ulteriore strumento di realizzazione dell'art. 1 della legge 381/91 costitutiva delle cooperative sociali: "perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini".


COSA E’ IL SERVIZIO CIVILE: STORIA E NORMATIVA

 

Il Servizio Civile Nazionale è un istituto dello Stato che opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’utilità sociale nei servizi resi, anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile.
I settori d’intervento sono: assistenza, educazione e promozione culturale, ambiente, patrimonio artistico e culturale, protezione civile, servizio civile all’estero.

In conformità alla legge 6 Marzo 2001 n. 64, nell’art.1 il Servizio Civile consente ai giovani di:

  • concorrere alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari
  • favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale
  • partecipare alla salvaguardia e alla tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, forestale, storico artistico, culturale e della protezione civile
  • promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale
  • contribuire alla propria formazione civica, sociale, culturale e professionale mediante attività svolte anche in Enti ed Amministrazioni operanti all'estero.

Con la sospensione della Leva obbligatoria, 1° gennaio 2005, sia il servizio militare sia quello civile sono articolati su base volontaria.
Il Servizio Civile Nazionale è gestito dall'Ufficio per il Servizio Civile Nazionale del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. L'Ufficio ha la sua sede centrale a Roma.
L'attuale assetto dell'Ufficio è disciplinato dal DPCM 31/07/2003 e dal DM 12/12/2003. La delega in materia di Servizio Civile Nazionale è in capo al Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali on. Giuliano Poletti. Il Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale è il Cons. Calogero Mauceri.