Autocertificazione per le esigenze connesse allo svolgimento del servizio

A seguito delle limitazioni sugli spostamenti introdotte dal dPCM del 3 novembre 2020, l’operatore volontario può comunque spostarsi per le esigenze connesse allo svolgimento del servizio.

Sul modello di autodichiarazione pubblicato sul sito del Ministero dell’interno, in aggiunta alle altre informazioni richieste, dovrà indicare che lo spostamento è determinato da “comprovate esigenze lavorative” e nello spazio in merito allo spostamento, dichiara inoltre che  “è operatore volontario del servizio civile universale, contrattualizzato con la Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale, e opera con l’ente.............. (nome dell’ente)".

In alternativa può essere esibita anche copia del contratto firmato con il Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale 

124678910Ultima